Legalità sostenibile

Restituire valore alle comunità locali con un programma di affiancamento e tutoraggio per i gestori di beni confiscati alle mafie

Cosa succede una volta che i beni confiscati vengono attribuiti? I gestori ce la fanno? Riescono a sviluppare una progettualità sostenibile e di valore?

È proprio qui che l’associazione Volare entra in gioco in partnership con Fondazione con il Sud.

Il contesto

In Italia sono più di 36.600 i beni immobili confiscati dal 1982 ad oggi (fonte Libera). L’Agenzia Nazionale beni sequestrati e confiscati stima che a livello nazionale poco più della metà dei beni – il 53,2% – siano effettivamente utilizzati, ovvero assegnati, perciò quasi la metà rimane ancora da destinare. L’81,8% è concentrato in Sicilia, Campania, Calabria e Puglia, seguite da Lombardia e Lazio, che contano rispettivamente il 6,5% e il 5,1% dei beni. Sono numeri che evidenziano chiaramente come ci sia ancora moltissimo da fare in questo ambito per restituire dignità, orgoglio, immagine (ma soprattutto lavoro e occupazione) a territori meravigliosi che vogliono ripartire anche da qui.

I partner

Fondazione con il sud

La Fondazione CON Il SUD è un ente non profit privato nato nel 2006 dall’alleanza tra le fondazioni di origine bancaria e il mondo del terzo settore e del volontariato, per promuovere l’infrastrutturazione sociale del Mezzogiorno, cioè percorsi di coesione sociale e buone pratiche di rete per favorire lo sviluppo del Sud. In particolare, la Fondazione sostiene interventi “esemplari” per l’educazione dei ragazzi alla legalità e per il contrasto alla dispersione scolastica, per valorizzare i giovani talenti e attrarre “cervelli” al Sud, per la tutela e valorizzazione dei beni comuni (patrimonio storico-artistico e culturale, ambiente, riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie), per la qualificazione dei servizi socio-sanitari, per l’integrazione degli immigrati, e in generale per favorire il welfare di comunità. In 15 anni ha sostenuto oltre 1.500 iniziative, tra cui la nascita delle prime 6 fondazioni di comunità meridionali, coinvolgendo 6.500 organizzazioni diverse – tra non profit, enti pubblici e privati – ed erogando complessivamente 264 milioni di euro.

VO.B.I.S.

L’associazione senza scopo di lucro VO.B.I.S. nasce nel 2009 con l’obiettivo di “agevolare e favorire l’inclusione finanziaria delle famiglie in difficoltà e delle organizzazioni non-profit, supportando loro in percorsi di sviluppo e di crescita, per superare il loro stato di bisogno, nell’interesse della collettività”. Grazie alla professionalità degli associati volontari, molti dei quali sono ex dipendenti del Gruppo Intesa Sanpaolo che hanno deciso di raccogliere questo importante messaggio e di impegnarsi per far diventare il credito un “diritto di molti”, VO.B.I.S. opera su tutto il territorio nazionale in collaborazione con enti e istituzioni per favorire progetti di accesso al credito, accompagnando organizzazioni non-profit nell’avvio, nell’organizzazione, e nella crescita di iniziative ad alto valore sociale.

Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

Lorem ipsum

Gli enti coinvolti

  • ente 1
  • ente 2